Guida all’illuminazione

lighting-010I tipi principali di illuminazione domestica sono: lampade da soffitto, da muro, da lavoro e luci speciali. Qualsiasi siano i propri bisogni, si consiglia di abbinare il lampadario e le lampadine con il loro scopo prima di acquistarli e installarli.

Lampada da soffitto

L’illuminazione che proviene dal soffitto deve fornire luminosità sufficiente per permettere le attività ordinarie, come leggere, mangiare o guardare la televisione. L’ideale sarebbe installare la lampada in alto, in modo da non rischiare di sbattere la testa. Con l’eccezione della sala da pranzo e dell’ingresso, la luce centrale in una stanza non dovrebbe essere al centro dell’attenzione.

Lampada da muro

Le lampade da parete possono essere collegate direttamente ai cavi elettrici nella parete oppure possono essere collegate alla corrente tramite presa; le prime richiedono l’intervento di un elettricista per l’installazione, le seconde no. L’illuminazione va verso l’alto o verso il basso: la prima slancia le pareti, la seconda focalizza l’attenzione su aree specifiche.

Lampada da lavoro

L’illuminazione da lavoro concentra la luce su aree specifiche per svolgere determinate attività. Si consigliano lampadine bianche che producono luce soffusa. Se si avverte stanchezza oculare, il voltaggio è troppo alto. L’altezza ideale è quella in cui la base dell’ombra è approssimativamente al livello dello sguardo; quando è più alta stanca molto gli occhi, quando è più bassa illumina più il tavolo che il lavoro.

Luci speciali

Servono ad attirare l’attenzione verso un dettaglio della stanza, per esempio un’opera d’arte. I faretti da incasso e i faretti a sospensione sono le più comuni lampade d’accento.

  • Spotlight: Per mettere in risalto un oggetto specifico, si consiglia di posizionare una luce d’accento a un angolo di 30 gradi e concentrare il fascio di luce sull’oggetto.
  • Wall washer: Si usa per concentrare l’attenzione su una parete o multipli oggetti. Una fila di faretti illumina uniformemente la parete e va posizionata sul soffitto tra i 60 e i 90 centimetri dal muro.
  • Illuminazione radente: Permette di esaltare la texture di pareti di pietra o mattoni. Si ottiene installando le luci sul soffitto o sul pavimento immediatamente vicini al muro di interesse.